Pages

martedì 21 settembre 2010

Eppure….

Eppure avevo studiato un sacco, nonostante l’agitazione ero tranquilla (è assurdo, lo so, eppure era così che mi sentivo) ma l’esame non è andato benissimo. Ho preferito rifiutare il voto…

E andare un po’ in crisi.

E ora non so che fare, se iscrivermi al secondo anno o meno. Entro il 30 dovrò pagare la prima rata dell’a.a. 2010-2011, e ancora non so se la pagherò o no. Intanto faccio passare qualche giorno e poi deciderò il da farsi.

La cosa positiva è che finalmente mi sono potuta immergere nella lettura come volevo, e ho ricominciato a crocettare. Cose che mi rilassano e non mi fanno pensare ad altro.

C.

2 commenti:

Karenina82 ha detto...

Pensa che io sono all'ultimo esame di una facoltà imposta che odio (giurisprudenza), e la prof non me lo fa passare. Fra qualche giorno ci provo per la terza volta.
Ti posso assicurare che sono preparata. Magari non da 30, ma sicuramente per una promozione... Eppure non riesco a passarlo. Ormai è una specie di incubo, tanti problemi per un esame non li avevo mai avuti, e considera che è l'ultimo..

Va beh, questo per dirti che non sei sola nella crisi :)

C. ha detto...

Lo so che ci sono esami duri, forse ero abiutata con la triennale (che ho fatto in un altro Ateneo, altra facoltà) che è letteralmente volata e gli esami li ho sempre superati al primo colpo....
Invece ora mi ritrovo in una facoltà diversa, Ateneo diverso con le diverse 'regole' e modalità di tutto, dopo due anni senza studiare (credo che il cervello perda un po' l'allenamento) senza tenere conto che avrei avuto ben 40 debiti (ovvero un anno) da superare per il cambio di materia di corso...

Probabilmente non avevo pensato a tutti questi fattori :(

C.

Posta un commento