Pages

mercoledì 9 novembre 2011

I diritti dei lettori

  1. Il diritto di non leggere
  2. Il diritto di saltare le pagine
  3. Il diritto di non finire il libro
  4. Il diritto di rileggere
  5. Il diritto di leggere qualsiasi cosa
  6. Il diritto al bovarismo (malattia testualmente contagiosa)
  7. Il diritto di leggere ovunque
  8. Il diritto di spizzicare
  9. Il diritto di leggere ad alta voce
  10. Il diritto di tacere

Questi sono, secondo Pennac, i 10 diritti che i lettori hanno. Solo uno non apprezzo nè accetto, ovvero l’ultimo: il diritto di tacere. E perchè mai? Perchè un lettore non dovrebbe infastidire amici, parenti, visitatori del proprio blog o chi capita sulle recensioni su anobii con ciò che ne pensa dei libri o dell’ultimo libro letto? Tacere significa “non parlare, stare zitto, non esprimersi, non riferire nulla, non fare rumore, essere silenzioso” ma non si può stare zitti dopo aver letto un capolavoro, non si può astenersi dall’esprimere le proprie emozioni trovate tra le pagine! E soprattutto un lettore è sì silenzioso, ma solo quando legge! Almeno diamogli la parola quando finisce il libro!

C.

3 commenti:

Memole ha detto...

Concordo pienamente!!!

Shaina ♥ ha detto...

Non sono d'accordo... C'è scritto diritto non dovere!

Diritto significa che se il lettore vuole può non parlare del libro che ha letto, non che debba tacere per forza...

Baol ha detto...

Ho letto anche io quel bel libricino...

Concordo con Shaina, è un diritto e non un dovere quindi c'è una libera scelta :)

Posta un commento